wiwanana_scomposto-ok

IL FILM

Un film di IACOPO PATIERNO

Wiwanana

Un gruppo di cinque italiani e un mozambicano stanno girando nelle foreste del nord del Mozambico alla ricerca di cinque attori amatoriali. L’obbiettivo è portarli in Italia, scrivere insieme a loro uno spettacolo comico di informazione sanitaria e infine realizzare una tournée nei villaggi del Nord del Mozambico.
Ci riusciranno nonostante le differenze culturali?
Questa è la storia di Wiwanana, ovvero di come il dialogo sia l’arma più potente per il cambiamento.

Film riconosciuto di Interesse Culturale dal Ministero dei Beni Culturali e delle Attivita’ del Turismo – Direzione Generale Cinema

+SINOSSI

Un gruppo di italiani perlustra i villaggi nel nord del Mozambico alla ricerca di cinque talenti con il sogno di fare gli attori. La realtà che il team di italiani incontra è sorprendente: tanto l’analfabetismo e la scarsa conoscenza della lingua portoghese sono diffuse quanto il teatro è vivo e motivo di aggregazione. Gli aspiranti attori sono numerosi, chi verrà selezionato avrà la possibilità di uscire dai confini nazionali, andare in Italia per imparare le tecniche di recitazione e scrivere un testo insieme al regista italiano Jacopo Fo. Il team di Italiani supportato dall’esperienza dell’attore mozambicano Felix Mambucho, sceglierà di portare con sé la comicità di Cuba, la presenza di Arlete, la voce di Kedo, la sensualità di Safina, il sorriso di Ana Bela e la follia di Agostinho.
Tra le colline Umbre, nella Liberà Università di Alcatraz, insieme a Jacopo Fo e altri maestri del teatro gli attori daranno il via alla missione del progetto: scrivere uno spettacolo da portare nei villaggi mozambicani affinché la popolazione locale impari a sfruttare e fidarsi dei servizi sanitari gratuiti.
Gli attori avranno a che fare con un metodo di lavoro che li costringerà a fare i conti con se stessi e i loro sogni. Parallelamente gli italiani entreranno in contatto con un approccio alla vita al quale dovranno affidarsi nella speranza di portare a termine il progetto e realizzare la tournée teatrale. Tutto questo è Wiwanana: un viaggio tra Italia e Mozambico, una storia della passione per il teatro come strumento di emancipazione e di dialogo tra culture differenti.


+NOTE DI REGIA

WIWANANA parla del progetto Il teatro fa bene che è un progetto cosmopolita: ognuno dei partecipanti ha contribuito con la propria cultura e visione del mondo nel creare nuove sinergie e punti di contatto tra culture apparentemente distanti tra loro, favorendo in questo modo la scrittura creativa del testo teatrale. Ciò è avvenuto attraverso l’ascolto e l’apertura reciproca di tutti i partecipanti, creando una comunicazione intesa non solamente come strumento intellettuale ma anche come scambio umano.
Ho visto nascere di fronte ai miei occhi uno spettacolo teatrale scritto da un’esponente di rilievo della commedia dell’arte italiana, quale Jacopo Fo, insieme a un gruppo di attori amatoriali del Nord del Mozambico che mai avrebbero pensato di giungere in Italia e ritrovarsi alle prese con una formazione teatrale di altissimo livello e con la promessa di poter tornare a casa con uno spettacolo da portare in scena, con gli strumenti necessari per continuare a fare teatro e trasmetterli alle nuove generazioni. Attraverso un’esperienza di teatro questo film parla delle illimitate capacità di realizzazione degli esseri umani nel momento in cui si aprono alla vita.
La relazione che tutto il gruppo di lavoro è riuscita a creare nel rispetto reciproco, in un ascolto profondo e disposto a superare qualsiasi pregiudizio, dovrebbe fare da modello per i continui
scambi tra diverse culture che viviamo oggi. Questo film parla di buone pratiche relazionali. Cosa succede quando nel giro di poco tempo la realtà supera i sogni e l’impossibile diventa possibile? E’ anche solo in questa domanda che ho trovato l’importanza della realizzazione di questo film.

+CAST

UN FILM DI IACOPO PATIERNO

CON (IN ORDINE DI ALFABETICO):
SAFINA ANSSUMANE ALI AKA MISS ZAINA
ANA BELA EMILIA JORGE
PAOLO BEVILACQUA
ARLETE GUILHERMINA VINCENTE BOMBE
FELIX BRUNO LUIS CARLOS AKA MAMBUCHO
SIMONE CANOVA
JACOPO FO
ADELINO GERALDO AKA MR. KEDO
ADELINO GONÇALVES AKA CUBA
AGOSTINHO MAICO CHIPULA
BRUNO PATIERNO
MARIO PIROVANO

E CON:
ASSANE ABDALA
SAIDE BACAR
STEFANO BERTEA
JOHARA BONCIO
FATIMA BONEFACIO
GIULIO BORGNOLO
STEFANO CIANCA
OLIVIERO COLIZZI
ELEONORA DALBOSCO
TIZIANA FRETI
ZURA MOMADE
MUSSA SALEMANE
ANTONIO SAIDE
SUNNA SALIMO
ARMANDO TONDO
FILIPPO UBERTI

+CREW

PRODUZIONE ESECUTIVA: JACOPO FO, BRUNO PATIERNO

DIREZIONE DELLA FOTOGRAFIA: PAOLO NEGRO
FONICO DI PRESA DIRETTA: DANIELE SOSIO

MONTAGGIO: IACOPO PATIERNO, SIMONE MANGANELLO, CON L’AMICHEVOLE CONTRIBUTO DI JOHAN SÖDERBERG

CONSULENTE ALLA SCENEGGIATURA: FEDERICA SOZZI
ASSISTENTE ALLA REGIA: FILIPPO M. CEREDI

MUSICA: ALESSIO BALLERINI
MISSAGGIO DEL SUONO: DANIELE CUTRUFO
DESIGN DEL SUONO: ALESSIO BALLERINI, DANIELE CUTRUFO

OPERATORI DI MACCHINA: PAOLO NEGRO, IACOPO PATIERNO
COLOR GRADING: GIORGIA MEACCI
GRAFICA: WET STUDIO

CONSULENZA FESTIVAL E DISTRIBUZIONE: CRISTINA RAJOLA
ASSISTENZA FESTIVAL E DISTRIBUZIONE: MARA VENEZIANO

IL FILM “WIWANANA” E’ BASATO SULLA STORIA DEL PROGETTO “IL TEATRO FA BENE” E REALIZZATO CON IL SUPPORTO IDEATIVO, ORGANIZZATIVO E FINANZIARIO DI ENI FOUNDATION
IN COLLABORAZIONE CON MEDICI CON L’AFRICA CUAMM

FILM RICONOSCIUTO DI INTERESSE CULTURALE DAL MINISTERO DEI BENI CULTURALI E DELLE ATTIVITA’ DEL TURISMO – DIREZIONE GENERALE CINEMA

Locandina

Poster_Wiwanana_ITA

Notizie